#IoNonSprecoConSaveBag: il progetto di Cuki e Just Eat contro lo spreco alimentare

Cuki Save the Food rinnova il suo impegno per la lotta allo spreco a fianco di Banco Alimentare lanciando l’iniziativa «Solida lei, solidale tu»
11 dicembre 2018
Il progetto Cuki Save the Food supera i 14 milioni di porzioni salvate Oltre 3.500 tonnellate di cibo recuperato in favore dei bisognosi
18 aprile 2019
Solidale lei, solidale tu

Cuki e Just Eat uniscono le loro forze per combattere lo spreco alimentare!

Coerentemente con l’impegno sociale delle due aziende, il 5 febbraio 2019, 6° Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (#SprecoZero), prenderà il via l’attività in co-branding #iononsprecoconsavebag, che durerà per tutto il mese di febbraio.

Cuki Save Bag, la doggy bag di Cuki dotata di comoda fascetta con manico riciclabile, verrà distribuita gratuitamente nei primi 50 Ristoranti Solidali partner di Just Eat presenti a Milano, Roma e Torino per poi diffondersi in tutta Italia grazie alla possibilità, per oltre 10.000 ristoranti partner di Just Eat, di richiedere gratuitamente Save Bag sullo shop dedicato, [www.justeatshop.it].

Il progetto Ristorante Solidale di Just Eat, in collaborazione con Pony Zero e Caritas, aiuta già molte comunità e famiglie con donazioni di cibo.

Terzo importante attore del progetto è Banco Alimentare, ONLUS italiana che da trent’anni si occupa del recupero e ridistribuzione delle eccedenze alimentari a favore di strutture caritative. Per ogni vaschetta richiesta al ristorante, e utilizzata per portare a casa con sé il cibo avanzato, Just Eat donerà infatti 1 pasto a favore di Banco Alimentare: basterà postare su Instagram una foto della Save Bag, o della cena recuperata, utilizzando l’hashtag #iononsprecoconsavebag e taggando la pagina @justeat_it. Just Eat premierà inoltre il cliente, per la prima vaschetta postata, con uno sconto del 15% utilizzabile per ordinare a domicilio dal proprio ristorante preferito.(maggiori informazioni sul sito dell’operazione www.ristorantesolidale.it)

 

Lo scopo è sensibilizzare le persone sul valore del cibo, ma anche quello di abbattere il muro di vergogna che blocca oltre il 58% degli italiani nel chiedere di portare a casa gli avanzi dal ristorante (ricerca condotta da Cuki nel 2018). L’iniziativa si inserisce infatti nel ventaglio di attività che Cuki, da anni, porta avanti a sostegno di Banco Alimentare sotto la bandiera di Cuki Save the Food per contribuire alla lotta contro lo spreco alimentare, a favore dei più bisognosi.

 

Quando mangio uso la testa perché chi non spreca, è buono due volte!